Frasassi Climbing Festival 2019 – Promuovere il territorio – Aperte le iscrizioni

LEGGI LA NOTIZIA SUL SITO DEL COMUNE DI SASSOFERRATO

IL BORGHIGIANO IL BLOG DI FABRIANO E DELLE MARCHE

Serra San Quirico (AN)
6 – 7 – 8  Settembre 2019 – V Edizione
Special Guest Jacopo Larcher e Denis Urubko

 

Sono Aperte le iscrizioni al Frasassi Climbing Festival che, dal 6 all’8 settembre 2019 torna con il suo mix di divertimento, avventura, competizione, condivisione e che da 5 anni richiama e appassiona climber di varia provenienza e di tutte le età.
Nato dalla volontà di un gruppo di appassionati di sport e natura per far conoscere le tante potenzialità e bellezze del territorio, il Frasassi Climbing Festival offre 3 giorni intensi di sport outdoor in uno dei contesti ambientali italiani più suggestivi, nel cuore verde dell’Appennino Marchigiano, che accoglie  lo splendido complesso ipogeo delle Grotte di Frasassi.
Come ogni anno, anche l’edizione 2019 propone un programma ricchissimo, che insieme all’arrampicata, protagonista indiscussa, si articolerà tra il Village di Serra San Quirico e il Parco della Gola della Rossa e di Frasassi con una serie di attività divertenti e avvincenti, su falesie, boschi e sentieri accanto a ospiti d’eccezione, tra cui Jacopo Larcher e Denis Urubko 
 
FRASASSI CHALLENGE
Anche quest’anno il Frasassi Climbing Festival proporrà il collaudato Frasassi Challenge.
L’obiettivo è di far conoscere il territorio del Parco esaltandone l’aspetto sportivo.
Per questo il Frasassi Challenge, in collaborazione con VERTICAL LIFE sarà aperto a tutti gli arrampicatori, per regalare momenti di puro divertimento, senza una vera e propria competizione per la ricerca del più forte.
 
ARRAMPICATA SPORTIVA
Non ci sarà solo roccia! Al Frasassi Climbing Festival, tra le attrattive relative all’arrampicata, ci saranno strutture artificiali a disposizione di chiunque voglia provare per la prima volta le emozioni dell’arrampicata sportiva, sotto la guida dallo staff del centro sportivo NATURAL CENTER di Chiaravalle (AN).
        
MASTER BULDER FCF 2019
Il FCF propone un MASTER BOULDER FCF 2019 con montepremi finale in denaro. Il Master prevede una qualifica e una finale sulle pareti della bellissima struttura boulder all’interno del village di Serra San Quirico, in una gara in cui i partecipanti si misureranno con i migliori top player italiani di boulder!

STREET BULDER CONTEST   
La quinta edizione dello Street Boulder a Serra San Quirico si svolgerà in un contesto medievale bellissimo e suggestivo dove sarà possibile arrampicare su antiche pareti.
E per chi ama le sfide più ardite ci saranno blocchi scelti con montepremi in denaro!
 
FRASASSI WARRIOR
Dopo il grande successo dell’edizione 2018, non poteva mancare il Frasassi Warrior al FCF2019!
Il tunnel lungo 10 metri e largo 3, con prese aeree da utilizzare per attraversarlo, senza appoggiare i piedi a terra, e nel minor tempo possibile.
Un cronometro, attivato dal concorrente e stoppato dallo stesso al termine della prova, mostrerà su un apposito display il tempo di percorrenza dell’atleta.
Solo gli iscritti al festival potranno cimentarsi nel tentativo di aggiudicarsi il trofeo messo in palio per l’occasione: miglior guerriero e miglior guerriera!
 
MOUNTAIN BIKE
Domenica 8 gara XCO in Mtb su circuito chiuso di circa 4 km all’interno del paese di Serra San Quirico.
Organizzata dall’Asd Cinghiali Serra San Quirico in collaborazione con l’Asd Bike Therapy di Pergola, si percorreranno le splendide vie del centro storico di Serra San Quirico e tecnici single track all’interno nella montagna.
Gara FCI e ACSI aperta ad Amatori, Elite e Cicloturisti, sara l’ultima gara XCO del Circuito Regionale Conero Cup 2019.
 
CALISTHENICS
Il Calisthenics (dal greco Kalos – bello e Sthenos – forte) è un metodo di allenamento fisico in grado di costruire un fisico muscoloso, agile e funzionale esclusivamente attraverso l’allenamento a corpo libero. Una delle sue particolarità è quella di essere un’attività duale, sia aerobica sia anaerobica, in grado di bruciare molte calorie ed in particolare grassi.
Calisthenics sarà al Frasassi Climbing Festival con dimostrazioni e possibilità di provare
 
PROGRAMMA
 
VENERDI’ 6 SETTEMBRE
8.00 – Apertura INFOPOINT e DESK ISCRIZIONI
Inizio maratona di arrampicata FRASASSI CHALLENGE
9.00 – Inizio attività TRICKLINE – Apertura STRUTTURE ARRAMPICATA al Village di Serra San Quirico
10.00 -> 12.00 – Gioco ciclismo per bambini e ragazzi
14.00 -> 19.00 – Bike test
15.00 – Attività trekking – Attività speleo: GROTTA BELLA – Attività speleo: GROTTA BEATA VERGINE
15.00 -> 19.00 – Gioco ciclismo per bambini e ragazzi
17.00 -> 21.00 – FRASASSI WARRIOR: inizio sfide
19.00 – Cerimonia, Spettacolo e Aperitivo di apertura
21.00 PREMIAZIONI giornaliere
21.30 – Special Guest: Denis Urubko
23.00 – FCF Lounge
 
SABATO 7 SETTEMBRE
8.00 – Apertura INFOPOINT e DESK ISCRIZIONI
8.30 – YOGA presso il Village – Attività trekking
9.00 – Master Boulder: apertura iscrizione atleti e consegna pettorali (chiusura ore 10:00) – Inizio attività TRICKLINE – Apertura STRUTTURE ARRAMPICATA al Village
9.30 – registrazione STREET BOULDER CONTEST presso l’Infopoint
10.00 – Calisthenics: inizio attività ed esibizione
10.00 -> 12.00 – Gioco ciclismo per bambini e ragazzi
10.00 -> 19.00 – Bike Test
10.30 – Master Boulder: inizio fasi di QUALIFICA modalità raduno (fine ore 16:00 max) – Attività speleo: GROTTA BELLA – Attività speleo: GROTTA BEATA VERGINE
10.00 -> 16.00 – STREET BOULDER CONTEST Serra San Quirico: qualificazioni autocertificate sui blocchi di gara
15.00 – Attività trekking: da definire  – Attività speleo: GROTTA BELLA – Attività speleo: GROTTA BEATA VERGINE
15.00 -> 19.00 – Gioco ciclismo per bambini e ragazzi
16.00 – BOULDER CONTEST presso il Village
17.00 -> 21.00 – FRASASSI WARRIOR
17.30 – Attività trekking: da definire 
18.00 – STREET BOULDER CONTEST: finali e premiazioni presso il Village
21.30 – Special Guest: Jacopo Larcher
23.00 – PREMIAZIONI giornaliere
23.30 – FCF Lounge
Night by CLIMBING RADIO
 
DOMENICA 8 SETTEMBRE
8.00 – Apertura INFOPOINT e DESK ISCRIZIONI – Ritrovo e Iscrizioni Gara MTB XCO
8.30 – YOGA presso il Village – Attività trekking: da definire 
9.00 – Partenza Gara E-BIKE Amatori – Inizio attività TRICKLINE – Apertura STRUTTURE ARRAMPICATA al Village
9.30 – Partenza Gara MTB XCO Esordienti e allievi, promozionale FCI per bambini
10.00 – Attività trekking: da definire – Calisthenics: inizio attività ed esibizione
10.30 – Partenza Gara MTB XCO – Attività speleo: GROTTA BELLA – Attività speleo: GROTTA BEATA VERGINE
10.00 -> 16.00 – CAMPIONATO ITALIANO GIOVANILE BOULDER
11.00 -> 16.00 – OPEN STREET BOULDER – Borgo di Serra San Quirico: Libero accesso ai blocchi fuori gara
13.00 – Fine FRASASSI CHALLENGE
Pasta Party MTB
14.00 – PREMIAZIONI di tutte le discipline
14.30 – Attività trekking
17.00 – Libero accesso al FRASASSI WARRIOR
19.00 – Cerimonia di chiusura con Spettacolo e Apericena
 
UNA TERRA CHE INCANTA
 
PARCO DELLA GOLA DELLA ROSSA E DI FRASASSI
Nato nel settembre 1997, è con i suoi 10.026 ettari, la più grande area protetta regionale. Oltre ad essere il “cuore verde ” della Regione Marche, il Parco comprende nei suoi confini il complesso ipogeo delle Grotte di Frasassi. Oltre agli interessanti i fenomeni naturali che coinvolgono quest’area, quali il carsismo e la presenza di sorgenti sulfuree, il Parco è un’oasi di natura e biodiversità. Lungo i suoi moltissimi sentieri si possono effettuare escursioni tra le ricchezze floro-faunistiche tipiche dell’ambiente pre-appenninico. Anche sotto l’aspetto storico-artistico il territorio è ricco di un fitto reticolo di castelli e monasteri che si integrano perfettamente con l’ambiente naturale circostante. Luoghi di culto e con antiche tradizioni, come la produzione della carta e del verdicchio.
 
SERRA SAN QUIRICO
Le origini di Serra San Quirico risalgono a tempi assai remoti per la posizione chiave del luogo. I documenti storici ritrovati parlano di epoche antichissime, con segni tangibili della civiltà etrusca, picena e romana; oltre al ritrovamento di una necropoli di Galli Senoni. Si suppone che Serra sia sorta come caposaldo romano all’imbocco della Gola della Rossa, passaggio obbligato per Roma e punto di grande importanza strategica. Il primo insediamento si arricchì a poco a poco di edifici e fortificazioni, crebbe e si consolidò all’ombra di Roma fino alla distruzione barbarica. Nel primo medioevo fu incorporata nell’esarcato di Ravenna e più tardi nella circoscrizione carolingia della Marca Inferiore. Inquadrata in questa sistemazione, Serra attende gli albori dell’anno mille, allorché, rinnovata nelle strutture e nello spirito, rinascerà sotto l’impulso vigoroso del monachesimo, rappresentato da S. Romualdo Abate.
L’antico borgo medioevale ha attraversato indenne l’età moderna e si offre all’occhio del visitatore in tutto il suo splendore di città fortificata, con alti palazzi, torrioni e chiese di pietre riccamente scolpite.
Un perimetro di mura intatte e di facile accesso consente di godere dell’ampio panorama agreste della valle, nonché delle aspre pareti del sovrastante Monte Murano. I vicoli che percorrono l’abitato, intersecati da scalette, archi e volte, rendono il tutto mutevole ma armonico, fissando più di ogni descrizione il concetto di città costruita a misura d’uomo per l’uomo.
I passaggi coperti, le singolari “copertelle” di origine longobarda, accompagnano i visitatore offrendo scorci romantici e suggestivi. Le molte fonti, alimentare da sorgenti minerali, offrono ristoro alla calura estiva. Ombrosi sentieri guidano le escursioni agli alpeggi e alle grotte dei dintorni. Il bosco premia i suoi estimatori con fragole, erbe aromatiche e medicinali, funghi, asparagi e tartufi.
 
SASSOFERRATO
Sassoferrato sorge nel cuore dell’Appennino umbro-marchigiano, dove le testimonianze storiche e architettoniche si fondono con una natura incontaminata.
Vanta un ricco e prestigioso patrimonio artistico e architettonico fatto di chiese, monasteri, edifici storici.
In posizione dominante il simbolo della città è la Rocca Albornoz, elegante costruzione militare edificata nel 1365, dal cui parco circostante si può ammirare un ampio e suggestivo panorama.
Un altro gioiello particolarmente prezioso è l’abbazia di Santa Croce dei Conti (Sec. XII), costruita con ii materiali provenienti dall’antica città romanica di Sentinum, che sorge sul versante opposto all’abitato di Sassoferrato, in posizione sopraelevata, vicino alla confluenza dei torrenti Sanguerone e Marena nel fiume Sentino. Di notevole interesse anche il Parco archeologico di Sentinum, che conserva imponenti resti dall’antica, omonima città romana. All’interno del Parco, ritenuto uno dei siti archeologici più rilevanti delle Marche, sono visibili le due principali strade, il cardine massimo e il decumano massimo, i resti di un impianto termale pubblico, ruderi delle mura, pavimenti a mosaico, colonne di granito, fondamenta, tracce di pavimenti, impianti fognari, i resti di un tempio tetrastilo di epoca augustea e quelli di altri edifici del centro urbano.
Di grande interesse storico artistico è l’Icona di San Demetrio, minuscola opera d’arte bizantina realizzata alla fine del XIV Sec.: mosaico su supporto ligneo rivestito in lamina d’argento sbalzato e dorato, conservato all’interno della Raccolta Perottiana
Da visitare a Sassoferrato:
Parco archeologico di Sentinum
Museo civico archeologico
Museo delle arti e tradizioni popolari
Museo comunale della miniera di zolfo di Cabernardi
Parco Archeominerario di Cabernardi
Civica Raccolta d’arte
Raccolta “incisori marchigiani”
Raccolta Perottiana
Galleria Civica d’Arte contemporanea G.B. Salvi – MAM’S
Chiese:
 
Abbazia di Santa Croce dei Conti –
Costruita dai Conti Atti, signori di Sassoferrato, negli ultimi anni del Sec. XII per i monaci Camaldolesi con materiali provenienti dalla romana Sentinum, è una delle più importanti testimonianze d’architettura romanica delle Marche. Custodisce pregevolissime opere pittoriche, tra cui la pala raffigurante San Benedetto, realizzata nel 1524 da Pietro Paolo Agabiti. Degno di nota è anche lo splendido paliotto ligneo intagliato del Sec. XVII, decorato con preziose dorature. Da segnalare anche un dipinto su tela raffigurante “San Romualdo e Pietro Orsoleo, doge di Venezia, della fine del Sec. XVII, probabilmente opera di Antonio Zanchi o del suo allievo Francesco Trevisani, e un San Rocco in terracotta invetriata della seconda metà del XV Sec. L’opera più importante, il maestoso polittico del Sec. XV di Giovan Antonio da Pesaro, è ora conservata presso la Galleria Nazionale delle Marche di Urbino.
 
San Francesco –  E’ una costruzione del 1245 di stile tardo-romanico o romanico-gotico. Conserva dipinti del Ramazzani e del Guerrieri. Notevole è un crocifisso del 1300 di scuola riminese e dei cicli di affreschi giotteschi di scuola umbro marchigiana.
 
Collegiata San Pietro –  Sono ignote le origini della chiesa di S. Pietro; è da supporre che sia sorta col primitivo castello feudale detto CastelVecchio, dipendente dall’abbazia di Santa Croce fino a tutto il quattrocento.
 
Santa Maria della Pace – Costruita nel 1507, subì ampliamenti e modificazioni. Vi figurano opere del Ramazzani, del Favini, del cicchi, del Passerini e di Alessandro Bruschetti. Nel chiostro si ammirano le storie di S. Francesco affrescate da Tarquinio Salvi, padre del “Sassoferrato”. All’interno del convento è conservato il “Giudizio Universale” di A. Bruschetti.
 
Monastero delle Clarisse di Santa Chiara – Costruito nel XIII sec., all’interno ospita opere d’arte di notevole pregio: una natività attribuita ad Antonio da Pesaro; un affresco di scuola umbra e due tra le più belle Madonne del Salvi
 
Santa Maria del Ponte del Piano – . La sua costruzione risale al XIV secolo e all’epoca dovevano ancora essere visibili i ruderi romani.  Nel 1822 l’occuparono i Silvestrini, che nel 1842 vi portarono il corpo del Beato Ugo, protettore di Sassoferrato, col sarcofago del 1698. Tra le opere più significative conservate nell’edificio sacro: i dipinti ad olio su tavola di Pietro Paolo Agabiti ed Ercole Ramazzani e tre dipinti su tela di G. Francesco Guerrieri, “Il Miracolo della Rosa”, “Il Miracolo della Canna” e la “Madonna della Cintola”. Attribuiti al Guerrieri sono anche gli affreschi sulle volte della quinta cappella di destra. 
 
 
Ufficio Stampa
Donatella Vici
vici.donatella@gmail.com
M. + 39 3398243154

from Novità  –    Comune di Sassoferrato https://ift.tt/324XLjy
via IFTTT IL BORGHIGIANO VI CONSIGLIA

from IL BORGHIGIANO IL BLOG https://ift.tt/2ZoEub2
Il Borghigiano https://ift.tt/2Aii2rq